La Storia

Gli impianti di solar cooling costituiscono una soluzione particolarmente interessante nell’ambito del condizionamento degli edifici e del risparmio di energia primaria poiché consentono di:

  • utilizzare una fonte energetica rinnovabile e gratuita, quale è quella solare;
  • impiegare efficacemente la fonte rinnovabile, in quanto permettono la produzione del freddo in corrispondenza dei periodi di maggior richiesta di energia frigorifera ed in corrispondenza della maggior radiazione solare;
  • ridurre i picchi di assorbimento estivi causati dagli impianti di condizionamento tradizionali.

StoriaDal 2009 RSE svolge attività di ricerca nel settore del solar cooling. Nell’ambito del PAR 2011 è stata condotta un’attività di monitoraggio di impianti a bassa temperatura di diversa tipologia installati sul territorio italiano. I risultati del monitoraggio hanno messo in luce aspetti particolarmente importanti per il successo del solar cooling dal punto di vista del risparmio energetico e di conseguenza anche dal punto di vista economico. Entrando nello specifico, è stato osservato come i consumi elettrici ausiliari costituiscano uno degli aspetti più critici sia nella fase di progettazione che nella gestione degli impianti.

A valle di due anni di monitoraggio è stato possibile definire un quadro, seppure limitato, di quelle che possono essere le reali prestazioni di impianti di solar cooling a bassa temperatura e stimare i corretti indici prestazionali del sistema: COPelettrico, COPtermico, solar factor (SF), Primary Energy Ratio (PER), etc.

Parallelamente, RSE ha effettuato un’analisi al fine di valutare l’effettiva convenienza economica di un’installazione di tali impianti sul territorio italiano. I risultati hanno mostrato che la fattibilità economica di un impianto di solar cooling è strettamente legata al solar factor e al numero di ore equivalenti di funzionamento nonché alla località d’installazione. In assenza di meccanismi d’incentivazione e allo stato attuale dei prezzi del mercato, solamente un impianto installato nel sud Italia garantirebbe un rientro economico dell’investimento .

L’attività riguardante il solar cooling si è quindi orientata verso sistemi a media temperatura. Si è deciso di valutare una soluzione a ciclo chiuso, basata sull’impiego di collettori parabolici lineari operanti a 160-180°C, abbinati ad un frigorifero ad assorbimento a doppio effetto ad alta efficienza.

L’attività di ricerca svolta da RSE nell’ambito del PAR2012 ha evidenziato le elevate prestazioni di questa tipologia di sistema: simulazioni svolte in ambiente TRNSYS hanno dimostrato come questi impianti possano garantire risparmi di energia molto vicini alla tecnologia DEC (Dessicant Evaporative cooler abbinato a collettori sottovuoto), ma ad un costo d’investimento decisamente inferiore.

Visti gli interessanti risultati ottenuti si è deciso di realizzare un impianto pilota nell’area sperimentale RSE. L’impianto pilota permette di verificare le prestazioni dei diversi componenti e dell’impianto complessivo e di sviluppare logiche di controllo ottimizzate per gli impianti di solar cooling e in grado di minimizzare i consumi elettrici e di massimizzare il risparmio di energia primaria.